Nuove proposte per Parco Villa Gregoriana

Percorsi speciali dall'infanzia alle superiori



Situato in posizione panoramica ai piedi dell'acropoli romana di Tivoli (RM), questo suggestivo Parco vanta un ingente patrimonio naturalistico, storico e archeologico.

Giorgia Montesano, storica dell'arte ed esperta in didattica museale e Property Manager di Parco Villa Gregoriana, ci racconta la storia di questo luogo straordinario e le proposte didattiche per l'anno scolastico 2016/2017.

Il Parco nasce per volontà di Gregorio XVI  nel 1835; passato al demanio dello Stato, è dal 2002 in comodato al FAI. Quali sono le sue caratteristiche e come è intervenuto il FAI nella sua opera di recupero?

Parco Villa Gregoriana racchiude in sé molte storie, dalla nascita dell'antica Tibur fino al giardino romantico costruito per volere del Papa. Una forra, un insieme di rocce calcaree e tufacee modellate per secoli dal corso del fiume Aniene, che irrompe nella gola e la anima con il suo continuo rimbalzare, e al contempo il luogo del mito, l'antro della Sibilla Albunea. Un luogo dove ogni artista, o semplicemente viaggiatore, è voluto scendere ammaliato da quel paesaggio sublime tuttavia orrido, quel bosco sacro dove ogni emozione si manifesta ed esplode. Ed è esattamente questo che il FAI ha voluto ricostruire e recuperare, ricercando nei racconti di viaggio, nelle immagini degli artisti che hanno immortalato la gola quel quid che ha reso Villa Gregoriana una delle mete d'obbligo del Grand Tour.

Reperti archeologici romani, suggestive descrizioni dei “Gran Tour” ottocenteschi,  strategie di approvvigionamento idrico e produzione di energia elettrica: Parco Villa Gregoriana consente di “fare scuola” a 360°. Quali sono i nuovi percorsi pensati per l'anno scolastico 2016/2017?

Quest'anno abbiamo deciso di esaltare ancor più l'aspetto archeologico grazie ai resti presenti nel parco, sia da un punto di vista tecnico che del costume. Uno dei nuovi percorsi, infatti, tratterà l'arte culinaria dell'antica Roma (“Dall'orto al triclinio: viaggio nell'alimentazione degli antichi romani”) e potrà essere abbinato ad un laboratorio attivo, “Biscottando”, dove i nostri piccoli visitatori vestiranno i panni del cuoco. Ci saranno poi approfondimenti sul mito, sulla botanica e anche un percorso “in giallo”, dove gli studenti da veri e propri investigatori dovranno raccogliere gli indizi per risolvere un caso di ben trecento anni fa!

Non solo Parco Villa Gregoriana: quali proposte invitano gli studenti all'esplorazione del territorio?
Il Parco è sito nella splendida città di Tivoli, per cui si potrà scegliere tra percorsi storico – artistici visitando ad esempio le vicine Villa d'Este o Villa Adriana, piuttosto che naturalistici, magari risalendo il fiume Aniene e visitando gli allevamenti ittici della zona. Grazie alla multiforme natura di Villa Gregoriana davvero sarà possibile vivere esperienze uniche, sia personali che sotto un profilo didattico.

› Per maggiori informazioni e prenotazioni CLICCA QUI

 

Vai all'archivio delle news

FAI PER L'ITALIA. SOSTIENICI.



ARTICOLI CORRELATI

Una giornata da ricordare

Feste di fine anno per la scuola...

Una giornata da ricordare Laboratori, attività in costume, visite guidate per bambini,... » Leggi

Torneo del paesaggio: le Menzioni d'onore

L'esperto spiega i motivi della...

Menzioni d'onore Intervistiamo Paolo Maria Scuderi, fotografo e componente della... » Leggi

Duecentocinquanta squadre in finale!

Al via la II fase del Torneo...

250 squadre in finale Delle 2000 squadre iscritte, una giuria di esperti ha selezionato... » Leggi

Accessibilità culturale

Percorsi di visita dedicati ai...

Accessibilità culturale Da questo novembre Villa Necchi Campiglio a Milano e Villa e... » Leggi

Il Torneo del paesaggio

scuola secondaria di II grado

Concorso FAImaps

scuola infanzia, primaria e sec. di I°

Formazione

per dirigenti e docenti

Mattinate FAI per le scuole

una visita a misura di studente

Seguici su Facebook Instagram

Scegli l'Italia

FAI per tutti

Apprendisti Ciceroni FAI

IL FAI SUGGERISCE una proposta di gita

Delegazioni FAI