Un gioiello d'arte da ricoprire

Villa Necchi Campiglio



Una residenza circondata da un silenzioso giardino nel centro di Milano, custode di strepitosi capolavori d'arte, aperta agli studenti delle scuole primarie e secondarie.

Appartata nel cuore di un signorile quartiere del centro milanese, Villa Necchi Campiglio venne progettata nei primi anni '30 dall'architetto Piero Portaluppi su incarico delle sorelle Nedda e Gigina Necchi e di Angelo Campiglio, marito di Gigina, esponenti di una borghesia industriale lombarda colta e al passo coi tempi.

Le prestigiose raccolte d'arte spaziano dalla collezione di quadri, arredi e suppellettili del XVIII secolo donata dai coniugi de' Micheli - tra cui spiccano tele di Canaletto e Tiepolo - alla rassegna di capolavori di primo Novecento lasciata da Claudia Gian Ferrari, che annovera - tra le altre - opere di De Chirico, Wildt, Sironi, Martini, Boccioni, Carrà e Campigli, fino alle 21 opere su carta della Collezione Guido Sforni (1935-1975), donata al FAI nel novembre 2017, con lavori di Picasso, Fontana, Modigliani, Matisse e altri grandi nomi del XX secolo.

Proposte per le scuole:

Alla scoperta di Villa Necchi
Per la scuola dell'infanzia e primaria
L'educatore museale conduce i bambini alla scoperta della villa e del giardino, incoraggiandoli a confrontare lo stile di vita del passato con quello moderno. Quali erano i piatti preferiti delle sorelle Necchi, proprietarie della villa? Cosa facevano nel tempo libero? Quali sono le stanze più particolari della casa?

Villa Necchi Campiglio e il genio di Piero Portaluppi
Per la scuola primaria e secondaria di I e II grado
Il milanese Piero Portaluppi è stato una delle figure più importanti della storia dell'architettura italiana. Dopo aver visitato Villa Necchi Campiglio, il percorso prosegue tra le vie dell'incantevole quartiere - detto “Quadrilatero del Silenzio” – dove si possono ammirare importanti progetti firmati da Portaluppi come Palazzo Buonarroti-Carpaccio-Giotto e il Planetario dei Giardini Pubblici.

La Collezione Gian Ferrari
Per la scuola secondaria di I e II grado
La visita si sofferma sulla straordinaria collezione donata da Claudia Gian Ferrari ed esposta a Villa Necchi Campiglio. Boccioni, Balla, Sironi, De Chirico, Morandi, Wildt e Martini sono solo alcuni dei grandi nomi di artisti che si incontrano fra le opere della collezione e che consentono un vero e proprio excursus nella vivace e variegata arte di inizio Novecento.

About Villa Necchi Campiglio
Per la scuola secondaria di I e II grado
La visita ha l'obiettivo di offrire dei focus linguistici su alcuni aspetti della collezione, dei materiali e della vita quotidiana a Villa Necchi Campiglio, al fine di implementare il lessico specifico degli studenti, che coniughi nozioni linguistiche e contenutistiche, in accordo con la metodologia CLIL.

Scarica tutti i percorsi di visita

 

Vai all'archivio delle news

FAI PER L'ITALIA. SOSTIENICI.



ARTICOLI CORRELATI

Premio Speciale Topolino 2017

Concorso FAImaps

Topolino Anche quest'anno in palio il “Premio Speciale TOPOLINO” riservato... » Leggi

Partecipa al Torneo del paesaggio

Un'esperienza di alto valore...

Partecipa al Torneo Fino al 10 dicembre è possibile partecipare alla gara di cultura... » Leggi

L'importanza di progettare l'uscita didattica

Incontro di formazione per docenti...

Uscite didattiche FAI – Fondo Ambiente Italiano e Fondazione Italia Patria della... » Leggi

Le Saline aprono le porte ai docenti

La raccolta del sale e l'opera...

Le Saline e i docenti Incontro di formazione per docenti e dirigenti per scoprire il... » Leggi

Libriamoci!

Giornate di lettura nelle scuole

Libriamoci! Dal 23 al 28 ottobre torna in tutta Italia Libriamoci. Giornate... » Leggi

Missione: paesaggio

L'articolo 9 della Costituzione

Concorsi nazionali FAI

scuola infanzia, primaria e secondaria

Formazione

per dirigenti e docenti

Mattinate FAI d'Inverno

una visita a misura di studente

Seguici su Facebook Instagram

Scegli l'Italia

FAI per tutti

Bartolomeo

Apprendisti Ciceroni FAI

IL FAI SUGGERISCE una proposta di gita